"i bindun "... i girovaghi della solidarietà!

Un gruppo di amici nato nel 1982, quasi per caso, e che da allora si è dato da fare per regalare un sorriso a chi nella vita ha ricevuto poco o niente.

Alternando serate di spettacolo a sfide canore, partite di calcio a corse in bicicletta, per sostenere i disabili del Mosaico, della casa alloggio Arcobaleno o di quella dei Quattro venti, i bambini ospitati dalle suore Dorotee, gli ex tossicodipendenti della comunità La Costa, gli ospiti dell'ospedale psichiatrico o delle carceri; per stare con loro e con tanti altri amici meno fortunati.

 

"Noi quelli del Bindun che un giorno abbiamo voluto dare un senso diverso alla nostra vita perchè non ci bastava più essere girovaghi, bindun in milanese, ma costruire qualcosa". Così dicono Beppe Bergomi, Beppe Baresi, Riccardo Ferri, i primi Bindun con Enrico Cucchi.

 

La scintilla è scoccata un giorno del 1984 da Romano Parnigoni, lui quell'idea l'aveva in testa da tempo, interista, conoscente di Sandro Mazzola, operai all'Aermacchi, ma soprattutto volontario per scelta.

"Venni a sapere - racconta oggi lo stesso Romano - che Alessandro, un bambino di Milano, aveva bisogno l'aiuto per sottoporsi ad un delicato e costoso intervento chirurgico. Così ho chiamato i due Beppe, Baresi e Bergomi, che frequentavo da tifoso.

Sapevo che mi avrebbero potuto aiutare. Perchè in comune avevamo l'esperienza degli oratori, quella cultura della solidarietà vera e cristiana".

 

Per Alessandro ci fu il debutto musicale del gruppo: a quella prima serata sono seguiti migliaia di appuntamenti, con un'agenda sempre più fitta: "Perchè solidarietà non è solo raccogliere fondi - spiegano i Bindun - ma un impegno personale perchè c'è bisogno di contatto umano. Per tutti la miglior terapia è quella di esserci. E alla fine siamo noi a dover ringraziare, sempre, di avere la possibilità di dare un piccolo aiuto."

 

Da allora il gruppo è cresciuto, sempre più coinvolto e coinvolgente. In più di venti anni, di strada i Bindun ne hanno macinata tanta, spesso e volentieri in silenzio, senza tanta pubblicità e clamore perchè l'importante è far capire alla gente che le persone in difficoltà devono vivere come i più fortunati, senza barriere, soprattutto quelle dei pregiudizi.

 

Non ci sono segreti,solo passione e voglia di essere solidali.

Chi aiutiamo, cosa facciamo...

Aiutare chi ha bisogno, non farlo sentire solo e permettergli una vita dignitosa, nel pieno rispetto della sua persona e del suo problema: questo è l’obiettivo principale de i Bindun.

Due comunità educative per minori, una struttura socio-assistenziale per adulti con deficit intellettivi, una struttura residenziale del tipo terapeutico- riabilitativo, a media protezione, tutte in ambienti estremamente tranquilli, sereni, esteticamente funzionali e piacevoli.

Giardini, sale gioco, aree rilassanti e ampi spazi: le case realizzate sono tutte isole felici per una vera accoglienza, che faccia sentire le persone

e i bambini in famiglia, in un luogo assolutamente stimolante e caldo.

COMUNITÀ PER ADULTI

CASA DI ENRICO

MINIALLOGGIO

Via Nino Bixio, 5 - Albiolo (CO)

Comunità socio-sanitaria.

Accoglie in regime residenziale 9 persone adulte che presentano un deficit intellettivo medio-lieve.

Via Nino Bixio, 5 - Albiolo (CO)

Comunità educativa per minori.

Il mini alloggio a protezione sociale intende proporre un modello residenziale per soggetti parzialmente autonomi.

CASA DI MIRO

CASA DEI 4 VENTI

Via Giotto, 29/30 - Valmorea (CO)

Comunità alloggio.

Casa di Miro e' una Comunita' alloggio che accoglie persone portatrici di disabilita' di tipo psichico, sensoriale ed intellettivo di grado medio o lieve, la cui fragilita' non sia compresa tra quelle riconducibili al sistema sociosanitario.

Via Leopardi, 43 - Valmorea (CO)

Struttura residenziale per persone con disagio psichico. Accoglie 9 persone con patologie psichiatriche, di età inferiore ai 65 anni. Casa 4 Venti, dal 2002 è accreditata come Struttura Sanitaria ed eroga, in regime residenziale, programmi riabilitativi individuali.

COMUNITÀ PER MINORI

CASA DI LUCA

CASA FAMIGLIA

Via Lavizzari, 15 - Rodero (CO)

Comunità educativa per minori.

Situata in una casa con giardino nel centro del paese, occupa i primi 2 piani. Il piano terra comprende un ampio soggiorno, cucina, bagno, locale-ufficio con servizi per operatori; il primo piano comprende 3 camere a 2 o 3 letti, sala giochi e tripli servizi.

La struttura accoglie fino a 9 minori.

Via Lavizzari, 15 - Rodero (CO)

Piccola comunità di tipo famigliare con minori in età scolare.

L’accoglienza è mirata a garantire una permanenza del minore in un ambiente famigliare e sereno, a favorire uno sviluppo armonico a livello relazionale, affettivo e morale, a promuovere competenze proprie per l’età.

CASA DI GABRI

Via Buzzi, 21 - Rodero (CO)

Comunità per bambini da 0 a 3 anni ad alta integrazione sanitaria.

Casa di Gabri è una comunità per neonati e bambini affetti da gravi patologie cerebrali e conseguenti plurimenomazioni (insufficienza respiratoria, alimentare, ritardo globale di sviluppo, anomalie posturali) con prognosi di vita limitata nel tempo.

G.S. I Bindun - +39 338 3329579 - mail@ibindun.it - Via alla Vigna, 12 - 22070 Rodero (CO) - Tel. 031.808575